AREA DIPENDENTI

Accedi all'area dedicata ai dipendenti, ed ai medici territoriali.

AREA RISERVATA

Accedi all'area riservata agli amministratori del portale.

RUBRICA

Consulta la rubrica dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone.

SERVIZIO ALPI

Gestione agende attività in libera professione

AREA FARMACIE

Accedi ai servizi di prenotazione e ticket per farmacie.

ASSISTENZA

Servizio di assistenza tramite ticket.

Grafica  Solo Testo  Alta Visibilità  Preferiti  Stampa  RSS

Vaccinazione per papilloma virus - HPV

Che cosa è il Papilloma Virus (HPV)?
Tutti i tumori del collo dell'utero sono causati dall'HPV, I tipi di virus del papilloma umano possono essere suddivisi in HPV a basso rischio (quelli che attaccano la cute) e HPV ad alto rischio (quelli che attaccano le mucose). Si calcola che oltre il 70% delle donne contragga un'infezione genitale da HPV nel corso della propria vita, ma la grande maggioranza di queste infezioni è destinata a scomparire spontaneamente nel corso di pochi mesi grazie al loro sistema immunitario. Solo in caso di persistenza nel tempo di infezioni di HPV al alto rischio oncogenico (tipo 16 e 18) è possibile, in una minoranza e nel corso di parecchi anni, lo sviluppo di un tumore maligno del collo uterino.

Ogni anno in Italia circa 3500 donne si ammalano di cancro all'utero. Si stima che il 75% della popolazione entri in contatto con i virus almeno una volta durante la sua vita. 

Come si contrae e si riconosce?
Gli HPV si contraggono tramite contatto diretto (sessuale, orale e cutaneo). Non sono presenti in liquidi biologici quali sangue o sperma. Il rischio di contrarre una infezione da HPV aumenta con il numero dei partner sessuali, ed è massimo nell'età più giovanile (20-35 anni). Il virus è più frequentemente trovato tra le popolazione promiscue e in condizioni precarie di igiene. L'uso del profilattico non pare avere azione protettiva completa in quanto l'infezione è spesso diffusa anche alla cute della vulva e perineo, inoltre è accertata la frequenza di portari sani. Nella maggioranza dei casi l'infezione è asintomatica e certe volte si può manifestare con condilomi in sede genitale. Le lezioni da HPV del collo uterino possono essere riconosciute attraverso Pap-Test, colposcopia e tecniche di patologia molecolare.

E il vaccino?
Nel caso dell'HPV ci sono due strategie vaccinative: preventiva e terapeutica. La prima si interessa di prevenire l'insorgenza delle infezioni, la seconda (ancora a un livello sperimentale) di curarle una volta che queste sono già in atto. Quindi al momento, solo con una preventiva azione sul territorio attraverso campagne di vaccinazioni gratuite programmate fin dai 12 anni, si potrà agire contro lo sviluppo del tumore all'utero causato dal virus.
Resta comunque fondamentale il Pap-Test anche attraverso l'attività di screening gratuito, a tutte le donne tra i 25 e 64 anni che può identificare precocemente eventuali lesioni provocate dal virus.

 Dove mi posso vaccinare?
Una volta ricevuta la lettera a casa con la chiamata alla vaccinazione, ci si può rivolgere presso tutti i centri vaccinali della ASP. Consiste nell' iniezione intramuscolo di vaccino suddiviso in tre dosi, da effettuarsi in 6 mesi. Per tutte le informazioni puoi rivolgerti anche al tuo medico di famiglia e/o pediatra.

Elenco Uffici Vaccinazioni presenti nel territorio:

Ultimo aggiornamento: 30/08/2017 17:29:26


Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

xHTML Validato
CSS Validato
Esprimi un Giudizio