AREA DIPENDENTI

Accedi all'area dedicata ai dipendenti, ed ai medici territoriali.

AREA RISERVATA

Accedi all'area riservata agli amministratori del portale.

RUBRICA

Consulta la rubrica dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone.

SERVIZIO ALPI

Gestione agende attività in libera professione

AREA FARMACIE

Accedi ai servizi di prenotazione e ticket per farmacie.

ASSISTENZA

Servizio di assistenza tramite ticket.

Grafica  Solo Testo  Alta Visibilit�  Preferiti  Stampa  RSS

DISTRETTI SANITARI

SPORTELLO DEMOCEDE

CAMPAGNE DI PREVENZIONE


           


“Con l’implementazione  dei progetti “Demetra” e “Prometeo” produzione di energia da fonti rinnovabili, riduzione dei costi e dei consumi.” Lo ha annunciato il Direttore Generale dell’ASP di Crotone, Prof. Rocco Nostro.

 

 

Prosegue l’impegno della Direzione Generale dell’Asp di Crotone per l’efficientamento energetico delle strutture sanitarie aziendali.

Dopo aver ottenuto dal Ministero dell’Ambiente un finanziamento di circa sei milioni di euro per l’efficientamento energetico del presidio ospedaliero, presentati nuovi progetti per otto  milioni e mezzo di euro.

Questo l’ammontare del nuovo  finanziamento richiesto alla Regione dall’Asp di Crotone per l’implementazione di progetti innovativi - per il risparmio energetico, e la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili-denominati Demetra” e “Prometeo”, presentati nel corso di una conferenza stampa il 23 novembre presso la biblioteca del presidio ospedaliero, dal Direttore Generale  Prof. Rocco Nostro.

I nuovi progetti, finanziati da fondi europei ( POR-Calabria/Fers 2007/2012 Asse II-Energia), puntano all’aumento della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili; all’efficientamento energetico degli edifici, e alla  diminuzione di CO2 immessa nell’ambiente nel rispetto del protocollo di Kyoto.

Il progetto “Demetra”- ha spiegato Nicola Buoncristiano Direttore tecnico Energas Calabria - prevede azioni per la definizione , sperimentazione e diffusione di modelli razionali di utilizzazione dell’energia mirati alla diminuzione dei consumi finali”.

Nello specifico il progetto “Demetra” (efficientamento) prevede, per il  poliambulatorio di Mesoraca, l’installazione di cappotti termici, nuovi infissi,e  sistemi di monitoraggio; la spesa prevista è poco più di 2.725.000 euro; i medesimi interventi (per 1.810.000 euro) sono previsti anche per il poliambulatorio di Cirò Marina.

I dettagli tecnici del progetto “Prometeo” sono stati illustrati dall’ing.Daniele Merola, Energy Manager dell’Asp di Crotone, il quale ha spiegato che a differenza del progetto Demetra“Prometeosi pone l’obiettivo di produrre  energia da fonti rinnovabili attraverso tecnologie innovative quali il Fotovoltaico, la Geotermia,il Solare Termodinamico a Concentrazione.

Per il poliambulatorio di Mesoraca (importo 410.000 euro) è prevista l’installazione di un impianto fotovoltaico che sfrutta l’energia solare per produrre energia elettrica.

Analogo intervento (per un importo di 612.000 euro) è previsto per il poliambulatorio di Corso Messina, per il poliambulatorio di Località Farina e per l’edificio che ospita la Microcitemia nei pressi dell’Ospedale.

La produzione di energia Geotermica, fonte energetica rinnovabile fortemente sollecitata anche dal punto di vista tecnico, dal Direttore Generale,consiste nell’utilizzo del calore naturale contenuto nel terreno in alternativa al gas metano. E’ prevista inoltre  la sostituzione dei tradizionali radiatori con ventilconvettori.

L’impegno finanziario previsto ammonta a 1.062.000 euro per il poliambulatorio di Mesoraca e di 341.000 euro, complessivamente, per il poliambulatorio di Corso Messina, il poliambulatorio di Località Farina e per l’edificio di Microcitemia.

Fonte di energia rinnovabile è anche il solare termico a concentrazione.“Tale tecnologia ha detto il Direttore Generale è stata proposta dal premio Nobel per la fisica,prof.Carlo Rubbia, ed è attivo  in Italia solo a Siracusa, pertanto la Asp di Crotone si pone all’ avanguardia, a livello nazionale, nella sperimentazione di tale innovativo knowhow.”

1.500.000 euro è l’importo del finanziamento, previsto per il poliambulatorio di Cirò Marina, per l’installazione dell’impianto di concentrazione solare “un impianto innovativo- hanno spiegato i tecnici di cogenerazione, che frutta il sole quale fonte energetica per la produzione di energia termica, energia frigorifera da cui ricavare vapore, acqua sanitaria, riscaldamento e condizionamento mediante i concentratori solari lineari.”

 L’implementazione dei progetti a regime  porterà la diminuzione di 13.637 T di  CO2 immessa nell’atmosfera, e la riduzione dei consumi di energia prossimi al 100% ,a fronte di un consumo attuale di energia elettrica (e del  relativo costo economico) delle strutture sanitarie considerate, che si attesta a 1.121.323 kWh annui.

Nel corso dell’incontro con la stampa il Prof.Rocco Nostro ha inoltre annunciato che l’ASP di Crotone ha  presentato complessivamente progetti per 25 milioni di euro,- mirati alla strutturazione tecnologica del nosocomio e all’acquisto di nuove strumentazioni sanitarie per i dipartimenti ospedalieri, e la ristrutturazione della guardia medica di Le Castella.

E’ intenzione del prof. Nostro inoltre  l’espletamento della procedura per  l’acquisto di una nuova Tac e di 10 ecografi, nonchè l’accensione di un mutuo per un milione e mezzo di euro per la ristrutturazione edilizia della struttura di Corso Messina che si prevede sarà la nuova sede dell’Azienda.

Nuove iniziative in cantiere nell’Asp di Crotone dunque,mirate al contenimento dei costi e alla efficienza  delle strutture sanitarie .


Pubblicata il: 25/11/2011 11:01:08

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilit�.

xHTML Validato
CSS Validato
Esprimi un Giudizio