AREA DIPENDENTI

Accedi all'area dedicata ai dipendenti, ed ai medici territoriali.

AREA RISERVATA

Accedi all'area riservata agli amministratori del portale.

RUBRICA

Consulta la rubrica dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone.

SERVIZIO ALPI

Gestione agende attività in libera professione

AREA FARMACIE

Accedi ai servizi di prenotazione e ticket per farmacie.

ASSISTENZA

Servizio di assistenza tramite ticket.

Grafica  Solo Testo  Alta Visibilit�  Preferiti  Stampa  RSS

DISTRETTI SANITARI

SPORTELLO DEMOCEDE

CAMPAGNE DI PREVENZIONE


 Con delibera n.328 del 30 luglio u.s. la Giunta regionale calabrese ha individuato l’ASP di Crotone quale sede scientifica  del “Registro Mesoteliomi della Calabria-Centro Operativo (C.O.R.) dei Casi di Neoplasie di Sospetta Origine Professionale”.
La Giunta ha ritenuto altresì opportuno di individuare nell’Unità Operativa Complessa di Anatomia Patologica e Citodiagnostica dell’Ospedale Crotonese, diretta dal Dr. Federico Tallarigo, quale sede del “Registro Mesoteliomi della Calabria-Centro Operativo Regionale Calabria (C.O.R.), nominando il Dr. Federico Tallarigo Responsabile Scientifico dell’importante struttura operativa.
Il “Registro Mesoteliomi” è articolato in tre sezioni:
·        Registro nazionale dei mesoteliomi (ReNaM);
·        Registro nazionale dei tumori nasali e sinusali (ReNaTuNS);
·        Registro dei casi di neoplasie a più bassa frazione eziologica.
La struttura operativa Diretta dal Dr. Tallarigo avrà inoltre la “responsabilità della rilevazione dei casi e dell’accertamento della pregressa esposizione ad amianto”.
Tra i compiti istituzionali del C.O.R.-Calabria, la delibera 328/2012 segnala:
·        “la raccolta ed archiviazione delle informazioni su tutti i casi di mesotelioma della pleura, del peritoneo e della tunica vaginale del testicolo, dei tumori nasali e sinusali, dei casi di neoplasie a più bassa frazione eziologica;
·        la definizione dei casi dal punto di vista diagnostico;
·        la verifica di qualità delle diagnosi pervenute;
·        la ricerca ed integrazione dell’informazione sulla pregressa esposizione all’amianto dei casi identificati;
·        il controllo periodico del flusso informativo dei casi di mesotelioma;
·        l’invio dei dati all’ex ISPESL;
·        il supporto per il riconoscimento assicurativo dei casi di competenza;
·        l’implementazione dei registri ReNaM e ReNaTuNS e dei casi di neoplasie a più bassa frazione eziologica;
·        Realizzazione di campagne informative sui rischi derivati dall’amianto nonché il supporto scientifico per pianificare interventi di prevenzione”.
 
Complimentandosi con il Direttore della U.O.C. di Anatomia Patologica e Citodiagnostica,  Dr. Federico Tallarigo, per il riconoscimento dell’alto valore scientifico della sua attività nel  P.O. crotonese, il Direttore Generale, Prof. Rocco Nostro, ha assicurato il Suo impegno, e di tutta la direzione strategica, per velocizzare le procedure necessarie all’ attivazione dell’importante struttura. “Il Centro operativo regionale -ha altresì affermato il Direttore Generale- rappresenta un presidio epidemiologico e di prevenzione per tutta la Regione ma soprattutto per la città di Crotone in considerazione del fatto che per circa settanta anni il suo territorio ha visto la presenza di industrie chimiche e metallurgiche.”
 
Il Dr. Tallarigo ha individuato la Dr.ssa Innocenza Putrino, Dirigente Medico della U.O. di Anatomia Patologica e Citodiagnostica del P.O. di Crotone, quale  Responsabile Vicario del Registro Mesoteliomi della Calabria-Centro Operativo (C.O.R.).

Pubblicata il: 04/09/2012 08:55:46

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilit�.

xHTML Validato
CSS Validato
Esprimi un Giudizio