AREA DIPENDENTI

Accedi all'area dedicata ai dipendenti, ed ai medici territoriali.

AREA RISERVATA

Accedi all'area riservata agli amministratori del portale.

RUBRICA

Consulta la rubrica dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone.

SERVIZIO ALPI

Gestione agende attività in libera professione

AREA FARMACIE

Accedi ai servizi di prenotazione e ticket per farmacie.

ASSISTENZA

Servizio di assistenza tramite ticket.

Grafica  Solo Testo  Alta Visibilit�  Preferiti  Stampa  RSS

Emergenza Ucraina


UFFICIO PER LE VULNERABILITÀ

 

La Casa delle Vulnerabilità è stata istituita presso l’ASP di Crotone con la Delibera n. 792 del 07 12 2021 quale struttura di riferimento per la gestione sia dei disagi socio-psicologici che della assistenza sanitaria nei pazienti svantaggiati e vulnerabili.

Tale Servizio, in qualche modo pionieristico in ambito pubblico, si sviluppa per dare “coordinamento centralizzato per le vulnerabilità soprattutto nei contesti di urgenza-emergenza, finalizzato a favorire l’accoglienza, l’ausilio, la collaborazione e l’accompagnamento dell’utente particolarmente vulnerabile ai servizi sanitari”. Insomma da una parte lo svolgimento di attività sociosanitarie dirette e dall’altro attività di supporto per creare un sistema di rete aziendale ed interistituzionale.

L’obiettivo strategico della Casa delle Vulnerabilità infatti “è l’identificazione delle vulnerabilità e la pronta individuazione di necessarie e appropriate  pratiche cliniche-assistenziali o affidamento a specifiche reti di supporto”.

La Casa delle Vulnerabilità ha di fatto inglobato una serie di attività sanitarie specifiche ma erogate da diversi Servizi (118, dipartimento di prevenzione, distretto sanitario, risk management) e distribuite su vari setting assistenziali: dal protocollo sulle violenze domestiche al codice viola, all’accertamento sulla età biologica nei minori non accompagnati, all’assistenza agli sbarchi dei migranti, all’osservatorio criminologico, agli accertamenti sui richiedenti protezione internazionale fino alla sorveglianza clinica e  monitoraggio delle criticità e della qualità nei vari ambiti di assistenza.                                              

In  occasione della crisi umanitaria correlata alla guerra in Ucraina nel mese di febbraio del 2022, lCasa delle Vulnerabilità ha assorbito molte funzioni con lo scopo di ottemperare le varie esigenze cliniche ed igienico-sanitarie (Delibera 176 del 11 Marzo 2022)- linee di indirizzo ad interim per la gestione sanitaria per i cittadini stranieri provenienti dall’Ucraina).

A tal proposito era stato istituito un Poliambulatorio medico e specialistico in via Nazioni Unite dove è stato gestito il flusso dei rifugiati nel corso della pandemia.

Le attività sanitarie hanno riguardato l’assistenza di circa 500 rifugiati ucraini in fuga dal conflitto bellico.      Nel contempo lCasa delle Vulnerabilità ha gestito le attività sanitarie degli sbarchi dei migranti sia con triage igienico-sanitario che con assistenza medica immediata.(Delibera n. 26 del 17 01 2022 e delibera n. 374 del 10 05 2022

La Casa delle Vulnerabilità opera in emergenza ed in regime ordinario.

Le emergenze sono costituite essenzialmente dagli sbarchi e da tutti i tipi di violenza umana che necessitano di interventi immediati e dedicati. Alcune emergenze ineriscono anche approcci di sorveglianza/vigilanza su alcune tipologie di soggetti fragili.

Il regime ordinario è riferito ad attività ambulatoriali o domiciliari di soggetti senza assistenza medica o comunque in stato di indigenza/povertà, di impossibilità improvvisa alla gestione dei propri interessi con svantaggio economico e sociale, soggetti in condizioni di suscettibilità sociale e a rischio di diseguaglianza  sanitaria e comunque tutti i soggetti bisognosi in condizioni di vulnerabilità. 

Il Locale è disposto su due piani. 

  • Il primo piano  è destinato alla gestione delle alte vulnerabilità e delle vittime. È presente una sala visite per i Codici Viola dove vengono trattati e accertati i casi di violenza domestica e di genere quando non necessitano  di interventi ospedalieri, i casi di mutilazione genitale, l’accertamento di traumi fisici e psichici in soggetti vittime di torture, sevizie e denigrazioni o comunque richiedenti protezione internazionale). È altresì presente una sala polivalente dove si effettuano accertamenti da parte di  commissioni sia olistiche che di verifica; lo stesso locale è predisposto come Tavolo Interistituzionale, osservatorio criminologico e ovviamente come sala riunioni per retraining e formazione. È presente un locale anche di ricovero urgente e temporaneo denominato “Rifugio Viola”. Gli  stessi locali, se necessario, possono essere utilizzati per osservazione clinica e centro di ascolto.
  • Il Piano terra costituisce il cuore delle attività cliniche del UPV essendo ubicato il Poliambulatorio a carattere polivalente. Oltre ad un ambulatorio medico e ad una medicheria/infermeria, il poliambulatorio presenta una area di front-office di accoglienza e registrazione del paziente ed  un’area di accoglienza psicosociale dove varie figure professionali (assistente sociale, psicologo, tecnici della prevenzione, mediatori) svolgono attività di orientamento sanitario e segretariato sociale)




Ultimo aggiornamento: 21/11/2022 15:40:31




xHTML Validato
CSS Validato
Esprimi un Giudizio