AREA DIPENDENTI

Accedi all'area dedicata ai dipendenti, ed ai medici territoriali.

AREA RISERVATA

Accedi all'area riservata agli amministratori del portale.

RUBRICA

Consulta la rubrica dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone.

SERVIZIO ALPI

Gestione agende attività in libera professione

AREA FARMACIE

Accedi ai servizi di prenotazione e ticket per farmacie.

ASSISTENZA

Servizio di assistenza tramite ticket.

Grafica  Solo Testo  Alta Visibilità  Preferiti  Stampa  RSS

L'assistenza ospedaliera

L'assistenza ospedaliera viene erogata attraverso le seguenti modalità:

  1.  con ricovero urgente,
  2.  con ricovero ordinario (programmato e non),
  3.  con ricovero ordinario programmato a ciclo diurno (day-hospital, day surgery).
  4.  con ospedalizzazione domiciliare (eccezionalmente per le malattie infettive).

Ricovero di urgenza ed emergenza.
Viene disposto dal medico di guardia al pronto soccorso. L' ASP assicura sempre il ricovero di urgenza ed emergenza riservando i posti letto necessari sulla base delle affluenze medie. Nel caso che il ricovero non sia possibile o siano necessarie cure presso altro ospedale, il Presidio provvede al trasferimento con i mezzi e l'assistenza adeguata.

Ricovero ordinario (programmato e non), viene proposto:

  1. - dal medico ospedaliero
  2. - dal medico di medicina generale
  3. - dal medico specialista convenzionato
  4. - da qualsiasi altro medico libero professionista


E' disposto dal medico preposto all'accettazione, che valuta la reale necessità, provvede subito al ricovero, in caso di disponibilità di posti letto, o all'inserimento nel registro dei ricoveri e nella lista di attesa suddivisa per ogni reparto. La programmazione del ricovero è effettuata dal reparto, seguendo l'ordine cronologico di richiesta salvo patologie di particolare gravità o motivi di carattere organizzativo. Nell'intervallo tra l'inserimento nel registro dei ricoveri e l'effettivo ricovero i medici del reparto interessato dispongono, se necessario, gli accertamenti diagnostici ed il ciclo terapeutico preliminare per ridurre il periodo della successiva degenza. Questa modalità assistenziale, finalizzata a ridurre il disagio del cittadino di una degenza ospedaliera non strettamente necessaria e nel contempo vantaggiosa per la struttura perchè evita la inutile occupazione di posti letto, viene definita preospedalizzazione.
Gli accertamenti diagnostici effettuati in preospedalizzazione sono esenti dal pagamento del ticket. I referti non sono disponibili per l'utente in quanto destinati alla cartella clinica. In caso di mancato ricovero, per volontà del cittadino, questi è tenuto alla corresponsione del ticket relativo agli accertamenti eseguiti in regime di preospedalizzazione.
Durante la fase del ricovero è assicurata la funzione di riabilitazione. L'intervento precoce nei reparti ha l'obiettivo di prevenire le complicanze dell'immobilizzazione, impostare un programma riabilitativo di recupero teso a favorire una tempestiva ripresa delle funzioni lese, fornire consulenze ad operatori e familiari sul posizionamento corretto e quant'altro utile per una collaborazione attiva al fine di ridurre il disagio e favorire il massimo recupero possibile.
A termine del ricovero ordinario lo specialista redige una lettera di dimissione contenente i dati salienti sul ricovero e destinata all'informazione del medico di Medicina Generale o come memoria per lo stesso utente. Se le condizioni cliniche dell'utente ricoverato permettono la sua dimissione prima che questi abbia terminato tutti gli accertamenti diagnostici o le prestazioni terapeutiche considerate necessarie al completamento del ricovero (es. rimozione gesso, rimozione punti sutura...), può essere effettuata una Dimissione Protetta. In questo caso gli appuntamenti per le prestazioni di cui sopra vengono richiesti dalla U.O. che ha disposto la dimissione e le prestazioni stesse risultano esenti ticket. I referti degli accertamenti non sono direttamente disponibili per l'utente in quanto parti integranti della cartella clinica.

Orario di visita parenti - conoscenti

Ogni persona ricoverata può ricevere visite da parte di parenti e amici.
E' necessario però che tali visite non siano d'ostacolo alle attività di reparto, né disturbino il riposo degli altri pazienti.
L’orario di ricevimento visite è il seguente: dalle 12.00 alle 14.00 e dalle 19.00 alle 20.00
L'orario di visita può subire variazioni, come riportato nella parte dedicata alle singole Strutture Ospedaliere.
Di norma non sono ammesse visite di bambini al di sotto dei 12 anni: fino a questa età l'Ospedale è un ambiente sconsigliabile, sia per il rischio di trasmissione di malattie infettive, sia per le situazioni di disagio che si possono creare.


Ricovero ordinario programmato a ciclo diurno (day-hospital e day surgery)
In alternativa al ricovero ordinario, qualora non sia ritenuto necessario che il cittadino pernotti in Ospedale, può essere effettuato il ricovero a ciclo diurno (day-hospital, D.H.).
Il day-hospital può essere proposto dal medico di Medicina Generale, da uno Specialista Pubblico o nell'ambito dell'attività libero professionale; viene disposto da un medico della struttura in cui avverrà il ricovero. In regime di day-hospital possono essere eseguite prestazioni diagnostiche, terapeutiche, riabilitative o di controllo. La programmazione del ricovero è effettuata dal reparto. Le prestazioni erogate in D.H., essendo questo del tutto equivalente al ricovero ordinario, sono esenti ticket. Anche in questo caso, al termine del ciclo di ricovero, verrà indirizzata al medico di famiglia una sintetica relazione di degenza. Le UU.OO. che hanno attivato il D.H. ed il relativo numero di posti letto dedicati vengono ridefinite annualmente. Se il ricovero diurno è finalizzato alla esecuzione di una procedura chirurgica viene inquadrato come day surgery.

Ospedalizzazione domiciliare.
Con tale termine si intende una serie di prestazioni eseguite da parte di specialisti (medici - infermieri o altre figure tecniche) al domicilio dell'utente. 

Documentazione Sanitaria/Cartella Clinica
Ogni atto diagnostico o terapeutico effettuato durante il ricovero viene registrato nella cartella clinica.
Per le modalità di richiesta e ritiro
clicca qui.

Ultimo aggiornamento: 30/11/-0001 00:00:00

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

xHTML Validato
CSS Validato
Esprimi un Giudizio